28 aprile 2011 ~ 0 Risposte

Otto ore di lavoro, otto ore di svago, otto ore per dormire

la parola d’ordine coniata in Australia nel 1855, oggi più che mai attuale, aprì la strada alle rivendicazioni della classe operaia e alla ricerca di un giorno, in cui i lavoratori potessero incontrarsi per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi e migliorare la propria condizione
In Italia come negli altri Paesi la scelta cadde sul primo Maggio (in ricordo dei “martiri di Chicago”) giorno in cui dal 1891 si sarebbe festeggiata la “Festa internazionale dei lavoratori” di tutti i paesi, nella quale i lavoratori […]