Archivio/Attività

14 giugno 2018 ~ 0 Risposte

Firmato l’accordo nazionale che individua in Poste Italiane i percorsi relativi alle assunzioni. le mobilità volontarie, le trasformazioni da part-time in full-time, quelle dal mercato esterno ed i passaggi interni in M.P. da selezioni job posting


Il 13 giugno si è conclusa la maratona che ha prodotto, dopo un lungo e serrato confronto, le condizioni per chiudere i cinque capitoli che formano l’impianto dell’intesa che coprirà i prossimi tre anni: questi i risultati in sintesi:
– ASSUNZIONI a tempo indeterminato di lavoratori per lo svolgimento di attività di portalettere nel settore del Recapito che l’Azienda effettuerà entro il 12.06.2019:
– Fascia “A” riguarda coloro che hanno effettuato attività lavorativa di portalettere nel settore del RECAPITO in Poste italiane Spa, con uno o più contratti a tempo determinato, conclusi prima del 13 giugno 2018, per un periodo superiore a 6 mesi complessivi e che abbiano manifestato la volontà di avvalersi del diritto di precedenza ai sensi dell’art. 24 D.Lgs. 81/2015 ed averlo ancora attivo alla data di assunzione;
– Fascia “B” con riferimento alle assunzioni a tempo indeterminato per l’attività di RECAPITO che l’Azienda effettuerà dal 13.06.2019 al 31.12.2020 – in deroga a quanto previsto dall’art. 24 D.Lgs. 81/2015 – che riguarderanno i lavoratori che, alla data del 31 gennaio dell’anno in cui si procederà all’inserimento avranno prestato attività in ambito Recapito e Smistamento con uno o più contratti di lavoro a tempo determinato per almeno 12 mesi complessivi, decorrenti dall’1.1.2014 e manifestato la volontà di avvalersi degli effetti dell’Accordo 13.06.2018 attraverso la propria registrazione su uno specifico applicativo che sarà reso disponibile dall’Azienda (varrà la data di ricezione della domanda).

– MOBILITÀ VOLONTARIA
Scorrimento delle graduatorie di mobilità volontaria attualmente in essere nei vari ambiti Provinciale, Regionale e Nazionale da completarsi entro il termine massimo del 15.12.2018 con le modalità elencate nell’accordo 13.06.2018. Le Parti entro il 15.12.2018 definiranno un nuovo accordo di MOBILITÀ VOLONTARIA (2019 e 2020).

– TRASFORMAZIONI DA PART TIME IN FULL TIME
Esaurita la fase delle MOBILITÀ di cui sopra, l’Azienda concluderà entro il 31.12.2018 la trasformazione del rapporto di lavoro da PART-TIME in FULL-TIME per un numero complessivo di 1.126 lavoratori (corrispondente a 563 full time equivalenti) di cui 768 in ambito Mercato Privati e 359 in ambito Recapito

– ASSUNZIONI DAL MERCATO ESTERNO
Poste italiane entro il 31.12.2018 procederà ad assumere, su tutto il territorio nazionale n. 500 risorse, prevalentemente con contratto di apprendistato professionalizzante con mansioni di Specialista Sala Consulenza e Venditore Mobile in ambito Mercato Privati; l’intesa prevede anche di valorizzare risorse interne.

– SISTEMA DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI CON LE OO.SS.
Implementazione e monitoraggio dei processi saranno accompagnati dalle relazioni industriali fra Azienda ed OO.SS.
Verbale Politiche Attive Lavoro 13_06_2018
Verbale di Accordo 13_06_2018
Comunicato aziendale Tabella P.a.l
Comunicato unitario politiche attive lavoro 13062018
SchedaFailp Accordo 13.06.2018

06 giugno 2018 ~ 0 Risposte

Monitoraggio organizzazione Posta, Comunicazione e Logistica


A livello nazionale la F.A.I.L.P. CISAL sta proseguendo nel monitoraggio delle implementazioni territoriali dell’ultima intesa su PCL e l’Azienda ha presentato ulteriori specificazioni (vedi allegati documenti).
La Segreteria Nazionale della F.A.I.L.P. è inoltre intervenuta su FONDOPOSTE per evidenziare il punto di vista sindacale su alcune specifiche relative agli investimenti.
Da parte della Segreteria Regionale Lazio evidenziamo anche l’intesa raggiunta con l’azienda in merito alle ricadute dell’accordo nazionale su PCL (Verbale del 4 Giugno) che ha discusso e trattato i temi inerenti le nuove implementazioni regionali dei Centri.

Verbale di Accordo Lazio del 04_06_2018

Presentazione PCL_OOSS_2018_05_31

Verbale di Incontro PCL 05_06_2018

Unitaria Accordo PCL Recapito turnazioni business

Nota sindacale_Fondoposte covip

06 giugno 2018 ~ 0 Risposte

Con la mensilità di GIUGNO il pagamento del conguaglio sul Premio di Risultato dei dipendenti di Poste italiane


A giugno prossimo è confermata l’erogazione del conguaglio del premio di risultato 2017 al 100% del target i cui importi pubblichiamo in allegato.
Agli importi tabellari saranno applicati i conguagli relativi alle eventuali assenze per malattie che riducono il PDR ove superiori a due eventi; la tassazione utilizzata sarà quella agevolata al 10% sull’intero premio, con ciò recuperando l’importo maggiore della precedente aliquota applicata a settembre.
FailpNewsComunicato PDR Giugno 2018

24 maggio 2018 ~ 0 Risposte

F.A.I.L.P. Lazio, confronto regionale sull’evoluzione organizzativa di posta, Comunicazione e Logistica: C.D. Tivoli e Palestrina

Stanno proseguendo gli incontri a livello regionale Lazio per l’implementazione delle azioni previste dall’ultimo verbale di accordo 8 febbraio 2018 sulla riorganizzazione di P.C.L. e del modello di recapito postale.
A livello nazionale le OO.SS. si stanno confrontando sugli sviluppi delle riorganizzazioni, mentre a livello regionale le parti si incontrano per i rimandi e le ricadute dell’accordo citato.
Il 21 marzo c’è stato un incontro con Poste italiane in cui sono state esaminate le tematiche attinenti i Centri Distribuzione Postale di Palestrina e Tivoli (Roma) che attiveranno il nuovo modello organizzativo del recapito (come scaturito a livello nazionale) dal prossimo 4 giugno: turni, orario di lavoro, rotazione, verifiche ecc..
In allegato il testo del verbale sottoscritto.
Verbale di accordo del 21.05.2018
PALESTRINA 2018-06-04
TIVOLI 2018-06-04

08 maggio 2018 ~ 0 Risposte

Nel Lazio discussione e proseguono incontri sull’evoluzione di P.C.L.

La F.A.I.L.P. CISAL sta proseguendo ad incontrare Poste italiane in sede territoriale regionale per le materie demandate dal livello nazionale (accordi P.C.L.) e l’introduzione di alcune modifiche organizzative (esempio il turno 42 ore settimanali/5 giorni in alcuni uffici postali in possesso di particolari caratteristiche di traffico/bacino di clientela)
Di alcune di queste iniziative abbiamo già dato notizia precedentemente, altre novità si aggiungono, di cui diamo comunicazione.

Alatri_2018-05-21

Cassino 2018-05-21

Fosinone 2018-05-21

Isola del Liri 2018-05-21

Sora 2018-05-21

Verbale 7 maggio

23 aprile 2018 ~ 0 Risposte

Poste, accordi orari e prestazioni nei Centri Distribuzione Postale di Ferentino e Pontecorvo

Il 20 aprile in un apposito incontro tenutosi con l’Azienda abbiamo discusso le modalità relative all’implementazione dell’accordo 8 febbraio 2018 sulla nuova organizzazione dei servizi postali e del recapito.
Il demando riservato alla trattativa regionale ha previsto compiti che le Parti hanno assolto contemperando le esigenze aziendali con quelle dei lavoratori.
Le nuove prestazioni ed orari inizieranno dalla seconda settimana del mese di maggio, visibili nelle griglie del verbale di accordo che pubblichiamo.
Le nuove modalità della sperimentazione fanno seguito alle linee dettate dall’intesa nazionale ed il verbale sottoscritto prevede la possibilità di effettuare rotazioni cicliche nei turni di lavoro, per una maggiore equità (rotazione della collocazione oraria turni dei portalettere della Linea Business coerentemente con quanto sarà definito a livello nazionale).
Inoltre abbiamo concordato la possibilità di chiedere, a valle dell’implementazione completa dell’intesa, una verifica dei volumi e delle percorrenze medie dei portalettere della Linea Business.
Per i particolari rinviamo alla lettura del verbale di accordo.

Verbale di Accordo CD Ferentino Pontecorvo

29 marzo 2018 ~ 0 Risposte

Un punto fermo sulle diatribe per la regolamentazione delle FERIE dei dipendenti in Poste italiane. Sperimentazione Orari PT settimana corta

iStock_000003995793XSmall

 

Il tema delle FERIE del personale regolamentato nell’Art. 36 del CCNL 30.11.2017 ha sempre suscitato polemiche e magari abusi da parte dei preposti delle strutture aziendali che si sono sempre trincerati, nel giustificare le loro scelte,per le primarie ragioni di carattere organizzative dei servizi.

In realtà le FERIE sono un diritto contrattuale previsto nella disciplina del lavoro, regolamentate in una cornice contrattuale e disciplinate da “patti” fra singolo lavoratore e l’azienda che ha l’onere di assicurare i servizi avvalendosi del personale dipendente.

Fra le ragioni delle parti ci sono sempre state dispute che a volte finiscono in Tribunale per l’esagerazione di qualcuno e la FAILP CISAL ha più volte chiesto il rispetto dei diritti dei lavoratori per un corretto clima di vita-lavoro.

Il 28 marzo le Organizzazioni Sindacali Nazionali di Poste italiane, che avevano posto il tema della necessità di chiarire qualsiasi equivoco e comportamento debordante dai canoni contrattuali, hanno concluso con Poste italiane un accordo che da una parte assicura una cornice stringente entro cui il personale potrà vedere riconosciute le proprie ragioni a vivere una propria vita familiare, mentre l’Azienda ha ottenuto chiarezza e delineati meglio i suoi corretti comportamenti.

Nel corso degli incontri tenutisi a livello centrale Poste italiane (Mercato Privati) ha illustrato le modalità di una sperimentazione che dovrà interessare un limitato numero di uffici postali (nel Lazio Roma V/R, Roma Prati, Roma Appio, Roma 47, Roma Ostiense) nei quali sarà rideterminato l’orario al pubblico e quello di servizio di una quota del personale, rafforzando i periodi di maggiore flusso di clientela, mediante l’introduzione di un turno con orario settimanale di lavoro su 5 gg. e recupero di 1 giornata libera infrasettimanale (orario di servizio 7 ore compresi 30 m. di pausa pranzo / 42 ore settimanali).

Detta sperimentazione al momento è prevista per la durata minima di un mese. Nel dettaglio rinviamo alla lettura del VERBALE sottoscritto dalle parti e della documentazione aziendale sulla sperimentazione Turni a 5 gg.

L’Azienda ha anche illustrato l’innovazione dell’introduzione di un diverso tipo di monitor ritenuti più adatti e performanti.

Verbale O.S.Poste Ferie_art. 36 CCNL

Ipotesi Rimodulazione Turni UP del 28.3.2018

PDL Migrazione Risoluzione Monitor 1024X768

29 marzo 2018 ~ 0 Risposte

La FAILP CISAL firma l’accordo che istituisce e regolamenta il CENTRO DISTRIBUZIONE POSTALE di FIUGGI FONTE

ist2_5751220-mouse-cursor-internet-concept

 

Nell’ambito delle procedure previste dall’accordo nazionale per la nuova regolamentazione di Posta, comunicazione e logistica (PCL), il 26 marzo si è svolto l’esame congiunto relativo alla REGIONE LAZIO, nell’ambito del quale la FAILP ha sottoscritto l’intesa che determina e regolamenta il Centro Distribuzione di Fiuggi Fonte.

Tutti i dettagli sono contenuti nella documentazione che alleghiamo.

Verbale di Accordo PCL Lazio del 26 marzo 2018

RAM-2-2018_04_16-FIUGGI

10 aprile 2017 ~ 0 Risposte

Poste vuole ampliare le consegne corrispondenze inesitate, il confrontonazionale in corso

L’azienda ha informato le OO.SS. del progetto Inesitate che prevede l’ampliamento del numero degli uffici postali abilitato a consegnare le corrispondenze inesitate al domicilio dei destinatari, ma con diversi step suddivisi per fasce territoriali.

Il Lazio è stato inserito dall’azienda nel terzo periodo e cioè non prima del 10 giugno.

Al momento ci stiamo confrontando con l’azienda, a livello nazionale, evidenziando tutte le difficoltà connesse alla volontà aziendale di procedere parallelamente all’iniziativa alla chiusura di 289 strutture di Poste, comunicazione e logistica che effettuano il servizio.

L’azienda ha in progetto un nuovo applicativo che negli uffici postali interessati dalla consegna delle inesitate (2.481 + 9.667) estenderà la consegna delle inesitate in qualsiasi sportello, ma ciò suscitando problemi organizzativi e di sicurezza per le responsabilità dei lavoratori e le esigenze dei clienti che verranno rallentati nello scorrimento delle attività finanziarie.

I dettagli del confronto nazionale sono evidenziati nel nostro sito web nazionale www.failp.it, in particolare la lettera che le OO.SS. hanno inviato a Poste italiane sull’argomento trattato dalla stessa con l’evidenza dell’art. 2 del CCNL.

Comunicato incontro_Inesitate 6 04 17

Diffida OO.SS. Progetto inesitate

PROGETTO INESITATE_documentazione riunione 30 marzo 2017

Progetto Inesitate_ricadute sulle risorse

 

03 marzo 2017 ~ 0 Risposte

Appello sindacale ai cittadini, inutile una nuova privatizzazione (cessione quote) in Poste italiane

Continuano le prese di posizione sulle privatizzazioni 2017  a cominciare da quella di Poste italiane che il Governo giudica necessaria insieme agli altri percorsi prestabiliti e sospesi nello scorso anno per le condizioni insoddisfacenti del mercato. In realtà è avviso della FAILP che una nuova cessione di quote societarie in Poste italiane, per quanto mantenendo il controllo dello Stato attraverso la CDP sia del tutto negativa. Poste italiane riversa parte degli utili di bilancio allo Stato italiano assegnando ottimi guadagni all’azionista pubblico. Perché dunque perseguire obiettivi che non porterebbero ad alcun risultato, salvo assicurare fette di un servizio strategico ad investitori esteri in cerca soltanto di redditività, quindi poco avvezzi a farsi carico del servizio sociale svolto dalla nostra azienda ? Il rischio sarebbe quello di rendere sempre più marginale i servizi postali che assicurano i collegamenti con il territorio anche nei posti meno agevoli, per quanto l’azienda abbia già purtroppo ridotto la sua presenza in alcuni piccoli Comuni e frazioni e la frequenza del servizio delle consegne postali. A seguire ecco l’appello del sindacato ai cittadini e nel nostro sito web nazionale www.failp.it  un Post dedicato.

 

Comunicato ai cittadini – La privatizzazione di poste italiane