03 marzo 2017 ~ 0 risposte

Appello sindacale ai cittadini, inutile una nuova privatizzazione (cessione quote) in Poste italiane

Continuano le prese di posizione sulle privatizzazioni 2017  a cominciare da quella di Poste italiane che il Governo giudica necessaria insieme agli altri percorsi prestabiliti e sospesi nello scorso anno per le condizioni insoddisfacenti del mercato. In realtà è avviso della FAILP che una nuova cessione di quote societarie in Poste italiane, per quanto mantenendo il controllo dello Stato attraverso la CDP sia del tutto negativa. Poste italiane riversa parte degli utili di bilancio allo Stato italiano assegnando ottimi guadagni all’azionista pubblico. Perché dunque perseguire obiettivi che non porterebbero ad alcun risultato, salvo assicurare fette di un servizio strategico ad investitori esteri in cerca soltanto di redditività, quindi poco avvezzi a farsi carico del servizio sociale svolto dalla nostra azienda ? Il rischio sarebbe quello di rendere sempre più marginale i servizi postali che assicurano i collegamenti con il territorio anche nei posti meno agevoli, per quanto l’azienda abbia già purtroppo ridotto la sua presenza in alcuni piccoli Comuni e frazioni e la frequenza del servizio delle consegne postali. A seguire ecco l’appello del sindacato ai cittadini e nel nostro sito web nazionale www.failp.it  un Post dedicato.

 

Comunicato ai cittadini – La privatizzazione di poste italiane

Condividi

Commenta

Il commento sarà pubblicato dopo la moderazione. Essi sono di proprietà dei rispettivi autori. Failplazio.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.