16 gennaio 2012 ~ 0 risposte

CCNL 2010-2012 le modifiche da gennaio e gli aumenti in busta paga

C.C.N.L. 2010/2012

aumenti contrattuali nella busta paga di gennaio 2012.

LIVELLI  PROFESSIONALI IMPORTI      LORDI   MENSILI
A1 €       46.41
A2 €       42.13
B €       37.23
C €       35.00
D €       33.80
E €       30.98
F €       28.57

Altre scadenze contrattuali  a gennaio 2012:

Indennità monoperatore

Dal 1° gennaio 2012 ai Direttori d’Ufficio Postale Monoperatore di livello “C” e agli Operatori di sportello chiamati temporaneamente alla copertura di tali UP, è riconosciuta un’indennità giornaliera nella misura lorda di 2,00 euro.

Tale indennità è percepita per ogni giornata di servizio prestata per intero presso detti Uffici.

Ticket restaurant

Dal 1° gennaio 2012 ai dipendenti che compiono una prestazione superiore alle 7 ore giornaliere il valore dei Ticket  è determinato in 5,00 euro.  

I lavoratori la cui prestazione non è riconducibile alla tipologia di cui sopra il ticket è determinato in 3,50 euro.

Quadri

Dal 1° gennaio 2012 l’importo annuo dell’assegno individuale di pertinenza dei livelli A1 e A2 è computabile, unitamente all’indennità di funzione, nella determinazione della cosiddetta quota “A” ai fini pensionistici.

Conto ore individuale

Dal 1° gennaio 2012 per ciascun lavoratore confluiranno nel conto ore individuale le prime 20 ore di straordinario autorizzato; inoltre su base volontaria possono confluire ulteriori 100 ore annue.

Il lavoratore ha diritto al recupero delle ore accantonate entro i primi quattro mesi successivi. Per le ore, per le quali non è stato possibile, per esigenze di servizio, il recupero, le stesse verranno liquidate secondo le procedure in atto e maggiorate del 15% come previsto all’art. 74 del CCNL.

A tutti i lavoratori sarà garantito  riscontro documentale mensile sia delle ore sia dei relativi movimenti.

Conto ore operatore di sportello

Dal 1° gennaio 2012, per ciascun operatore di sportello confluiranno nel conto ore individuale 40 ore annuali delle prestazioni eccedenti il normale orario di lavoro, solo se superiori a 5 minuti eccedenti il normale orario di lavoro giornaliero.

Tale prestazione eccedente è quella intercorrente tra la fine del normale orario di lavoro e la timbratura in uscita, che in ogni modo non può essere superiore al tempo intercorrente tra l’orario di chiusura al pubblico e l’ultima operazione effettuata al cliente.

Il lavoratore recupererà le ore accumulate entro i quattro mesi successivi alla maturazione e tendenzialmente, nella seconda metà del mese. Nell’impossibilità di recuperare dette ore, le stesse saranno compensate con una maggiorazione del 7% della prestazione oraria ordinaria calcolata secondo i criteri di cui all’art. 74 CCNL,

Assenze per malattia

 Dal 1° gennaio 2012, nel cedolino paga, sarà evidenziato il numero delle giornate d’assenza per malattia effettuate complessivamente nell’anno di riferimento fino al mese precedente a quello di emissione del cedolino. Nello stesso cedolino sarà data anche evidenza al numero complessivo di giornate di assenza per malattie effettuate nell’anno precedente.

 

Condividi

Commenta

Il commento sarà pubblicato dopo la moderazione. Essi sono di proprietà dei rispettivi autori. Failplazio.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.