01 dicembre 2011 ~ 0 risposte

Vertenza Postecom, comunicato Failp Cisal Lazio

La partecipazione  dell’80% del personale di Postecom allo sciopero del  25 novembre u.s.,  è una ferma e incontestabile realtà  con cui  i lavoratori e le lavoratrici di Postecom hanno espresso la manifesta volontà  di respingere gli attacchi alla loro dignità e alla loro retribuzione e un giudizio nettamente negativo sullo stato dell’arte della trattativa, in ribasso anche per la volontà di alcune OO.SS. di ricercare, invece del confronto unitario con l’Azienda […] la predisposizione di una sede di riunione diversa da quella nella quale partecipano la Failp Cisal e la SLC Cgil. 
La Failp Cisal, come sempre al fianco dei lavoratori e delle lavoratrici di tutto il gruppo di Poste Italiane SpA, denuncia l’incapacità  dell’Azienda  a ricercare in questa fase così delicata per i lavoratori e le lavoratrici di Postecom, risposte coerenti ed efficaci alle problematiche già  espresse, circa il mancato pagamento del PdR..
Su questo gravissimo attacco alla democrazia ed alla correttezza delle relazioni sindacali da parte dell’Azienda, la Failp Cisal chiede non solo all’Amministratore Delegato di Postecom,  ma anche a tutti i soggetti aziendali coinvolti in questa diatriba, di prendere una posizione pubblica e chiara sul rispetto delle regole e del diritto dei lavoratori ad un pagamento equo e dignitoso di quote della loro retribuzione.
Solo la cessazione di questi comportamenti arroganti e antisindacali potrà consentire la conclusione positiva della questione aperta da questa O.S., che altrimenti non potrà che sfociare in un conflitto per i mesi a venire, con tutti i disagi che inevitabilmente potranno ricadere sul servizio e sui cittadini.

Condividi

Commenta

Il commento sarà pubblicato dopo la moderazione. Essi sono di proprietà dei rispettivi autori. Failplazio.it non è in alcun modo responsabile del loro contenuto.