Vittorio Foa

"...Per una grande parte del mio impegno sindacale mi schierai con coloro che davano il massimo risalto all\'elemento dell\'autonomia. Si trattava di qualcosa che andava al di là della condizione del lavoro. Era il sentimento che per il solo fatto di essere venuti al mondo è necessario uno spazio per dirigere se stessi, per non essere sempre diretti da altri..."

15 febbraio 2017 ~ 0 risposte

MOD. 730/REDDITI

Presso la sede territoriale di Roma della Failp-Cisal  (Via Monza n° 32 Scala C – Roma) sono disponibili i servizi di assistenza ai lavoratori ed alle lavoratrici. Per appuntamenti telefonare al n° 06/77070459 dalle ore 15:30 alle ore 19:30.  La FAILP CISAL assicura le consulenze di carattere fiscale (Modelli per la dichiarazione dei redditi), anche attraverso le sedi del Patronato CISAL (gli indirizzo nel sito web della nostra Confederazione www.cisal.it).

10 settembre 2018 ~ 0 risposte

Premio di Risultato 2018, il pagamento dell’acconto o anticipazione è fissato con la mensilità di settembre, a giugno 2019 il conguaglio

L’accordo sul nuovo Premio di Risultato dei dipendenti di Poste italiane, valido per il 2018, raggiunto alla vigilia dell’inizio dell’estate ha mantenuto inalterato il sistema dei pagamenti (anticipazione a settembre e conguaglio a giugno dell’anno successivo).
Con gli emolumenti mensili di settembre 2018 sarà pagata l’anticipazione del PDR, mentre la detassazione dello stesso, sulla base dell’attuale normativa fiscale, avverrà a giugno 2019 per l’intero importo dello stesso.
A seguire le cifre in pagamento con l’acconto di settembre e gli impianti normativi degli accordi.
FailpNews PDR 2018 acconto settembre
Verbale di Accordo PdR 31Luglio2018
Premio di risultato 2018 Postel

10 settembre 2018 ~ 0 risposte

Poste vuole sperimentare nuovi orari negli uffici postali maggiori per incrementare le presenze in alcune fasce

La decisione è aziendale, Mercato Privati ha presentato i dettagli del progetto con cui sperimenterà una nuova mappa di orari del personale negli uffici postali, utilizzando una diversa distribuzione delle risorse umane presenti.
Se ne palerà di incominciare dal mese di ottobre e per il Lazio sono interessati i maggiori U.P. dell’area centrale, cioè Roma VR, Roma Ostiense, Roma Eur, Roma Appio, Roma 47, Roma Prati.
Ipotesi Evolutive orari UP

10 settembre 2018 ~ 0 risposte

Politiche attive del lavoro, intese graduatorie ex Ctd

Nel proseguire la gestione dell’intesa sulle politiche attive del lavoro di giugno 2018 l’Azienda ha provveduto a pubblicare una graduatoria provvisoria rispetto alla quale sono stati fissati i termini per cui, eventuali interessai, avrebbero potuto inviare eventuali osservazioni.

Il sindacato ha chiesto ed ottenuto il prolungamento dei termini iniziali per le eventuali osservazioni, a seguito di alcune problematiche emerse.

Negli incontri del 4 e 5 settembre le Segreterie Nazionali delle OO.SS. hanno concordato con Poste italiane lo slittamento della data di cui sopra al prossimo 24 settembre adoperando l’apposito indirizzo web a disposizione degli interessati.

Verbale 5 settembre 2018 PoliticheAttiveLavoro
Comunicato-riunione-05-settembre-2018-Politiche-Attive-del-Lavoro

09 luglio 2018 ~ 0 risposte

Incontro fra Sindacati e Poste italiane per la mobilità volontaria nel Lazio

E’ del 4 luglio la riunione in cui le parti (Sindacato ed Azienda) si sono incontrate per affrontare il nodo delle mobilità volontarie in ambito territoriale nel Lazio.

L’appuntamento è stato una conseguenza dell’ultimo verbale sottoscritto in ambito Nazionale il 13 giugno scorso, nel quale sono state individuate le fasi ed azioni relative ai processi della MOBILITA’ VOLONTARIA in Poste italiane, sia nazionale, sia territoriale, allo scopo di armonizzarne i tempi, per offrire le migliori soluzioni.

Nel corso dell’incontro l’Azienda ha dato uno spaccato della situazione esistente in ambito Mercato Privati e PCL ed è stato deciso un ulteriore approfondimento da tenersi nel mese di settembre.

Verbale 4 luglio 2018 Mobilita volontaria

22 giugno 2018 ~ 0 risposte

Intervento aziendale su QUI GROUP per regolarizzare l’uso dei buoni mensa

I Ticket restaurant sostitutivi dei servizi mensa ove previsti ed utilizzati in Poste italiane vengono rifiutati in numerosi esercizi commerciali e catene della distribuzione, per questo siamo più volte intervenuti con l’Azienda per risolvere il problema che nasce da situazioni esterne alle responsabilità dei lavoratori, ma che hanno a tema la società erogatrice.
Poste italiane, raccogliendo le nostre sollecitazioni, ha fatto un nuovo intervento sulla società distributrice; noi auspichiamo che le difficoltà vengano rapidamente risolte, comunque i lavoratori possono tenerci informati, per consentirci di riportare all’Azienda ulteriori dettagli sulla questione.
Buoni pasto Qui! Group

22 giugno 2018 ~ 0 risposte

Trasparenza nei percorsi di ASSUNZIONE in Poste Italiane. Il sindacato ottiene chiarezza!

Le prossime settimane saranno caratterizzate dal lavoro conseguente agli ultimi accordi sottoscritti dalle segreterie generali delle OO.SS. sulle politiche occupazionali (13 e 19 giugno) e la F.A.I.L.P. è pronta ad assicurare l’assistenza necessaria per entrare nei percorsi di consolidamento al lavoro.
Nel contempo l’Azienda ha messo nero su bianco quali sono i criteri che le “Risorse Umane” seguono nei processi di reclutamento e selezione delle persone che si propongono di ottenere un posto di lavoro in Poste italiane.
In allegato la lettera esplicativa che traccia i comportamenti selettivi.
Recruting lettera 13 giugno

22 giugno 2018 ~ 0 risposte

Accordi nazionali aprono sanatorie ex dipendenti Agenzie di Recapito e consolidamenti risorse riammesse


La segreteria generale della F.A.I.L.P. ha firmato nuovi accordi che determineranno soluzioni per alcuni ex lavoratori di agenzie di recapito postale rimasti privi di occupazione a seguito delle internalizzazioni disposte da P.I. nell’attuale fase di riorganizzazione di P.C.L.
I numeri ed i destinatari degli accordi sono elencati nel verbale di riunione che pubblichiamo in calce.

Anche alcuni lavoratori riammessi in servizio in Poste italiane, a seguito di sentenze, sono stati oggetto della possibilità di chiudere la loro vertenza in corso che rende precaria la presenza in Poste e potranno, aderendo all’intesa firmata dal sindacato il 19 giugno, entrare in un percorso di stabilizzazione del loro rapporto di lavoro nell’attuale posizione ricoperta.

In ambedue i casi gli interessati devono produrre istanza di volersi avvalere dell’accordo fra Sindacati e Poste italiane, per sanare l’attuale contenzioso secondo le tempistiche previste, poi seguiranno gli incontri di garanzia presso l’Unione Industriale Territoriale per sottoscrivere un verbale di conciliazione; in tale fase si potrà chiedere l’assistenza della F.A.I.L.P.
Verbale Riammissioni 19.06.2018
Verbale AdR 19062018

14 giugno 2018 ~ 0 risposte

Firmato l’accordo nazionale che individua in Poste Italiane i percorsi relativi alle assunzioni. le mobilità volontarie, le trasformazioni da part-time in full-time, quelle dal mercato esterno ed i passaggi interni in M.P. da selezioni job posting


Il 13 giugno si è conclusa la maratona che ha prodotto, dopo un lungo e serrato confronto, le condizioni per chiudere i cinque capitoli che formano l’impianto dell’intesa che coprirà i prossimi tre anni: questi i risultati in sintesi:
– ASSUNZIONI a tempo indeterminato di lavoratori per lo svolgimento di attività di portalettere nel settore del Recapito che l’Azienda effettuerà entro il 12.06.2019:
– Fascia “A” riguarda coloro che hanno effettuato attività lavorativa di portalettere nel settore del RECAPITO in Poste italiane Spa, con uno o più contratti a tempo determinato, conclusi prima del 13 giugno 2018, per un periodo superiore a 6 mesi complessivi e che abbiano manifestato la volontà di avvalersi del diritto di precedenza ai sensi dell’art. 24 D.Lgs. 81/2015 ed averlo ancora attivo alla data di assunzione;
– Fascia “B” con riferimento alle assunzioni a tempo indeterminato per l’attività di RECAPITO che l’Azienda effettuerà dal 13.06.2019 al 31.12.2020 – in deroga a quanto previsto dall’art. 24 D.Lgs. 81/2015 – che riguarderanno i lavoratori che, alla data del 31 gennaio dell’anno in cui si procederà all’inserimento avranno prestato attività in ambito Recapito e Smistamento con uno o più contratti di lavoro a tempo determinato per almeno 12 mesi complessivi, decorrenti dall’1.1.2014 e manifestato la volontà di avvalersi degli effetti dell’Accordo 13.06.2018 attraverso la propria registrazione su uno specifico applicativo che sarà reso disponibile dall’Azienda (varrà la data di ricezione della domanda).

– MOBILITÀ VOLONTARIA
Scorrimento delle graduatorie di mobilità volontaria attualmente in essere nei vari ambiti Provinciale, Regionale e Nazionale da completarsi entro il termine massimo del 15.12.2018 con le modalità elencate nell’accordo 13.06.2018. Le Parti entro il 15.12.2018 definiranno un nuovo accordo di MOBILITÀ VOLONTARIA (2019 e 2020).

– TRASFORMAZIONI DA PART TIME IN FULL TIME
Esaurita la fase delle MOBILITÀ di cui sopra, l’Azienda concluderà entro il 31.12.2018 la trasformazione del rapporto di lavoro da PART-TIME in FULL-TIME per un numero complessivo di 1.126 lavoratori (corrispondente a 563 full time equivalenti) di cui 768 in ambito Mercato Privati e 359 in ambito Recapito

– ASSUNZIONI DAL MERCATO ESTERNO
Poste italiane entro il 31.12.2018 procederà ad assumere, su tutto il territorio nazionale n. 500 risorse, prevalentemente con contratto di apprendistato professionalizzante con mansioni di Specialista Sala Consulenza e Venditore Mobile in ambito Mercato Privati; l’intesa prevede anche di valorizzare risorse interne.

– SISTEMA DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI CON LE OO.SS.
Implementazione e monitoraggio dei processi saranno accompagnati dalle relazioni industriali fra Azienda ed OO.SS.
Verbale Politiche Attive Lavoro 13_06_2018
Verbale di Accordo 13_06_2018
Comunicato aziendale Tabella P.a.l
Comunicato unitario politiche attive lavoro 13062018
SchedaFailp Accordo 13.06.2018

11 giugno 2018 ~ 0 risposte

Scissione RAMO DI AZIENDA, procedura ex art. 47/ L. 428/90 in Banco Posta Fondi

Poste italiane ci ha informato di un processo ai sensi dell’art. 47 L. 428/90, annuncio (peraltro già precedentemente segnalato), per un percorso di scissione di ramo di azienda in ragione di una riorganizzazione tra diverse società (vedi comunicato del 7 mar 2018 in P.I. “… accordo sulla gestione di attivi sottostanti a prodotti assicurativi di Ramo I di Poste Vita / Prosegue la collaborazione fra Poste Italiane e ANIMA per la gestione in delega di fondi comuni promossi da Bancoposta Fondi SGR”).
La nota societaria avvia la procedura su cui la F.A.I.L.P. CISAL – come ovvio – insieme alle altre OO.SS. chiederà di potere discutere, (c.f.r. doc. allegato).
Comunicazione BP_Fondi_ex art 47 l 428_90

06 giugno 2018 ~ 0 risposte

Monitoraggio organizzazione Posta, Comunicazione e Logistica


A livello nazionale la F.A.I.L.P. CISAL sta proseguendo nel monitoraggio delle implementazioni territoriali dell’ultima intesa su PCL e l’Azienda ha presentato ulteriori specificazioni (vedi allegati documenti).
La Segreteria Nazionale della F.A.I.L.P. è inoltre intervenuta su FONDOPOSTE per evidenziare il punto di vista sindacale su alcune specifiche relative agli investimenti.
Da parte della Segreteria Regionale Lazio evidenziamo anche l’intesa raggiunta con l’azienda in merito alle ricadute dell’accordo nazionale su PCL (Verbale del 4 Giugno) che ha discusso e trattato i temi inerenti le nuove implementazioni regionali dei Centri.

Verbale di Accordo Lazio del 04_06_2018

Presentazione PCL_OOSS_2018_05_31

Verbale di Incontro PCL 05_06_2018

Unitaria Accordo PCL Recapito turnazioni business

Nota sindacale_Fondoposte covip