Vittorio Foa

"...Per una grande parte del mio impegno sindacale mi schierai con coloro che davano il massimo risalto all\'elemento dell\'autonomia. Si trattava di qualcosa che andava al di là della condizione del lavoro. Era il sentimento che per il solo fatto di essere venuti al mondo è necessario uno spazio per dirigere se stessi, per non essere sempre diretti da altri..."

15 febbraio 2017 ~ 0 risposte

MOD. 730/REDDITI

Presso la sede territoriale di Roma della Failp-Cisal  (Via Monza n° 32 Scala C – Roma) sono disponibili i servizi di assistenza ai lavoratori ed alle lavoratrici. Per appuntamenti telefonare al n° 06/77070459 dalle ore 15:30 alle ore 19:30.  La FAILP CISAL assicura le consulenze di carattere fiscale (Modelli per la dichiarazione dei redditi), anche attraverso le sedi del Patronato CISAL (gli indirizzo nel sito web della nostra Confederazione www.cisal.it).

10 aprile 2017 ~ 0 risposte

La FAILP CISAL augura BUONA PASQUA a tutti i lavoratori ed alle loro famiglie

Le festività Pasquali rappresentano sempre un momento di riflessione e di buone proposizioni per tutti, per questo nella difficile congiuntura attuale è doveroso soffermarsi sulla necessità di creare le migliori condizioni di sviluppo, progresso e tenuta sociale nel nostro paese come nel mondo.

AUGURI !!!

BUONA PASQUA!!!!

 

10 aprile 2017 ~ 0 risposte

Poste vuole ampliare le consegne corrispondenze inesitate, il confrontonazionale in corso

L’azienda ha informato le OO.SS. del progetto Inesitate che prevede l’ampliamento del numero degli uffici postali abilitato a consegnare le corrispondenze inesitate al domicilio dei destinatari, ma con diversi step suddivisi per fasce territoriali.

Il Lazio è stato inserito dall’azienda nel terzo periodo e cioè non prima del 10 giugno.

Al momento ci stiamo confrontando con l’azienda, a livello nazionale, evidenziando tutte le difficoltà connesse alla volontà aziendale di procedere parallelamente all’iniziativa alla chiusura di 289 strutture di Poste, comunicazione e logistica che effettuano il servizio.

L’azienda ha in progetto un nuovo applicativo che negli uffici postali interessati dalla consegna delle inesitate (2.481 + 9.667) estenderà la consegna delle inesitate in qualsiasi sportello, ma ciò suscitando problemi organizzativi e di sicurezza per le responsabilità dei lavoratori e le esigenze dei clienti che verranno rallentati nello scorrimento delle attività finanziarie.

I dettagli del confronto nazionale sono evidenziati nel nostro sito web nazionale www.failp.it, in particolare la lettera che le OO.SS. hanno inviato a Poste italiane sull’argomento trattato dalla stessa con l’evidenza dell’art. 2 del CCNL.

Comunicato incontro_Inesitate 6 04 17

Diffida OO.SS. Progetto inesitate

PROGETTO INESITATE_documentazione riunione 30 marzo 2017

Progetto Inesitate_ricadute sulle risorse

 

10 marzo 2017 ~ 0 risposte

Poste, nella stretta per rinnovare il ccnl scaduto propone novità inquadramentali

Scissors with red tape

 

E’ nella stretta per il rinnovo del ccnl scaduto dei dipendenti di Poste italiane che l’azienda ha scoperto le sue carte, attraverso un ridisegno parziale degli attuali inquadramenti e l’introduzione di novità relative al sistema dei Quadri A1 ed A2.

La posizione societaria mira ad ottenere maggiore flessibilità nell’impiego del personale, soprattutto i QUADRI mediante il ridisegno della specifica Area professionale, che nella proposta rappresentata alle OO.SS. unifica l’Area Quadri ed attiva la fungibilità dei ruoli degli attuali A1 ed A2, distinti poi sulla base della Funzione di rispettiva applicazione mediante indennità collegate alla tipologia di ufficio assegnato, comunque mantenendo immutata la retribuzione lorda annua.

L’innovazione proposta al sistema degli attuali step inquadramentali ha reso necessaria una pausa di riflessione che ha interrotto il tavolo di confronto.

In allegato il comunicato esplicativo sindacale di FAILP CISAL, SLP CISL, CONFALCOM e UGL.

Comunicato CCNL 10 3 2017

07 marzo 2017 ~ 0 risposte

8 Marzo 2017, per non dimenticare…

Foto 8 marzo

 

 

OTTO MARZO 2017 “FESTA DELLA DONNA”

Un nuovo 8 MARZO, la data che ricorda a tutti come la parità di genere sia un obiettivo ancora da raggiungere e che il rispetto e la dignità delle donne, sono tutt’ora  purtroppo messi a repentaglio da atteggiamenti dissennati che troppe volte nel nostro paese sono sfociati in atti di violenza.

In Poste italiane prestano la loro attività circa 74.000 donne pari al 54% degli addetti (137.442 + 4572 flessibili) e questo dato rimarca il volto di un’azienda colorata di rosa, che ogni giorno mostra sensibilità verso i clienti proprio grazie alla capacità delle lavoratrici e dei lavoratori di mostrarsi aperti ai bisogni degli utenti che frequentano i nostri uffici o sono in contatto con la rete di distribuzione/recapito porta a porta.

In questo 8 MARZO ricordiamo che la dignità ed il rispetto di tutti i lavoratori sono valori fondanti che la FAILP CISAL persegue da sempre.   8 Marzo 2017 Failp

03 marzo 2017 ~ 0 risposte

Appello sindacale ai cittadini, inutile una nuova privatizzazione (cessione quote) in Poste italiane

Continuano le prese di posizione sulle privatizzazioni 2017  a cominciare da quella di Poste italiane che il Governo giudica necessaria insieme agli altri percorsi prestabiliti e sospesi nello scorso anno per le condizioni insoddisfacenti del mercato. In realtà è avviso della FAILP che una nuova cessione di quote societarie in Poste italiane, per quanto mantenendo il controllo dello Stato attraverso la CDP sia del tutto negativa. Poste italiane riversa parte degli utili di bilancio allo Stato italiano assegnando ottimi guadagni all’azionista pubblico. Perché dunque perseguire obiettivi che non porterebbero ad alcun risultato, salvo assicurare fette di un servizio strategico ad investitori esteri in cerca soltanto di redditività, quindi poco avvezzi a farsi carico del servizio sociale svolto dalla nostra azienda ? Il rischio sarebbe quello di rendere sempre più marginale i servizi postali che assicurano i collegamenti con il territorio anche nei posti meno agevoli, per quanto l’azienda abbia già purtroppo ridotto la sua presenza in alcuni piccoli Comuni e frazioni e la frequenza del servizio delle consegne postali. A seguire ecco l’appello del sindacato ai cittadini e nel nostro sito web nazionale www.failp.it  un Post dedicato.

 

Comunicato ai cittadini – La privatizzazione di poste italiane

24 febbraio 2017 ~ 0 risposte

Avanzamenti nelle trattative, marzo decisivo verso la firma del nuovo CCNL

sicurezza

 

 

Le ultime novità in merito al dialogo aziendale sono rappresentate dagli avanzamenti relativi all’istituzione, con l’avvio del prossimo CCNL in elaborazione, di un Fondo Sanitario Integrativo aziendale riservato ai dipendenti di Poste italiane S.p.a. (compresi i familiari e pensionati futuri che vi aderiranno) ed alle altre società del Gruppo Poste  che applicheranno il suddetto contratto..

In merito all’elaborazione del nuovo ordinamento normativo del CCNL si sta procedendo nella discussione, mentre nel settore della Posta, comunicazione e logistica c’è stata una presa di posizione delle Segreterie Generali della FAILP CISAL insieme alle altre  OO.SS. come segue nella lettera che riproduciamo (cfr. doc. allegato).

Il mese di marzo probabilmente sarà decisivo per raggiungere un accordo sul rinnovo contrattuale, ad incominciare dalla seconda settimana.

Intervento sindacale PCL 24 febb 2017

17 febbraio 2017 ~ 0 risposte

Conflitto di lavoro Mercato Privati, sciopero dello straordinario dal 31 Marzo

Conclusa la procedura di raffreddamento del conflitto nazionale di lavoro su MERCATO PRIVATI con un esito negativo, per le resistenze aziendali a prendere atto delle problematiche esposte dal sindacato.

Ciò ha portato ad avviare l’azione sindacale di protesta che si estrinsecherà con lo SCIOPERO DELLE PRESTAZIONI STRAORDINARIE E AGGIUNTIVE, per queste ultime con riferimento al tempo di lavoro aggiuntivo all’orario normale e conto ore individuale, per tutti i lavoratori di Poste Spa su tutto il territorio nazionale, del personale applicato nel settore MERCATO PRIVATI nel seguente periodo:

L’AZIONE DI PROTESTA SINDACALE AVRA’ LUOGO DAL 31 MARZO 2017 AL 12 APRILE

In calce le comunicazioni nazionali all’esito della procedura.

Sciopero straordinari MP febbraio 17

allegati

 

 

15 febbraio 2017 ~ 0 risposte

NOI aperti ad ogni collaborazione e via alle candidature per le RSU e RLS !!

rosaceleste

 

 

 

Un ringraziamento a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori che ci sostengono: siamo aperti ad ogni forma di collaborazione, anche in vista delle prossime candidature per il rinnovo delle elezioni delle Rappresentanze Sindacali  Unitarie RSU/RLS e dei RLS che si terranno entro l’anno

15 febbraio 2017 ~ 0 risposte

A PROPOSITO DI FERIE

LE FERIE ! Il riposo feriale tutelato prioritariamente dalla Costituzione, è stato oggetto di recenti disposizioni normative e contrattuali. Il diritto alle ferie è regolato da diverse fonti a livello costituzionale, comunitario e nazionale. Per quanto attiene alle fonti interne, il principio più importante viene fissato dall’art. 36, comma 3 della Costituzione, che prevede il diritto del lavoratore ad un periodo di congedo annuale retribuito quale diritto irrinunciabile. La ragione si chiarisce appena si collega detta previsione con l’art. 32 Cost. (diritto fondamentale alla salute), e con l’art. 35 Cost. (“la Repubblica tutela il lavoro”): il riposo annuale è, infatti, preposto al recupero psico-fisico delle energie lavorative del prestatore di lavoro, allo sviluppo delle relazioni sociali, culturali e della personalità dell’individuo, così come garantito dagli artt. 2 e 3 della Costituzione, nell’interesse dello stesso datore di lavoro a che il proprio personale si ristori dallo stress lavorativo per una migliore resa produttiva successiva. La previsione costituzionale incide direttamente sul rapporto di lavoro, limitando i poteri del datore di lavoro.

(… continua in allegato)

 

IL DIRITTO ALLE FERIE E LE TUTELE NORMATIVE

15 febbraio 2017 ~ 0 risposte

FAILP-CISAL NOTIZIE LEGGE 104/92

In pensione con la legge 104/92: sì, ma con un  assegno ridotto

Dal congedo parentale alla legge 104 alla disoccupazione: i contributi figurativi valgono per la pensione ma non per evitare il taglio dell’assegno per chi chiede la “pensione anticipata”. Un punto tecnico sui tanti nodi aperti dalla riforma Fornero.

L’allarme sulle penalizzazioni che la riforma Fornero riserva ai lavoratori che hanno fruito di congedi parentali, permessi mensili ex lege 104 e permessi per la donazione del sangue sta destando – ovviamente – molta preoccupazione, in particolare fra i genitori di disabili gravi.

Da un lato è bene precisare che la penalizzazione non riguarda tutti i lavoratori, ma solo chi presenta domanda per la “pensione anticipata” (una novità introdotta dalla riforma Fornero), cioè la pensione concessa indipendentemente dall’età anagrafica, a chi ha un’anzianità contributiva fissata per il 2013 in almeno 42 anni e 5 mesi se uomo o 41 anni e 5 mesi se donna. Non è prevista un’età anagrafica minima per potervi accedere, ma per chi chiede la pensione anticipata prima dei 62 anni è stabilita una penalizzazione nel trattamento economico, pari all’1% per ogni anno di anticipo entro un massimo di due anni e al 2% per ogni anno ulteriore rispetto ai primi 2 (legge 214/2011, art. 24, comma 10). Evitare la riduzione dell’assegno si può? Sì, ma solo in una prima fase  transitoria, cioè solo per chi maturerà il requisito di anzianità contributiva previsto entro il 31 dicembre 2017.

(… prosegue nel testo allegato).

Dal ongedo parentale alla legge 104

Sui temi citati sono comunque intervenuti i provvedimenti contenuti nel successivo Jobs Act (2014, 2015, 2016) per cui è d’obbligo esaminare tutti gli aggiornamenti successivi, per avere il quadro aggiornato delle normative attualmente in vigore.